La mia proposta

Cultural Advice

Se dovessi dare un nome a quello che amo fare, lo chiamerei Cultural Advice. Anzi, Cooltural Advice.

Ho riletto Linea d’ombra di Joseph Conrad durante la quarantena: parlava di me, di noi, del senso di stallo e impotenza in cui tutti ci siamo trovati e un po’ ancora siamo. Ho pensato che fossi stata il capo di qualcosa, un’impresa, un ristorante, un’agenzia di comunicazione ed eventi, l’avrei riletto con i miei dipendenti, perché a bordo di quel veliero stava avvenendo qualcosa di così simile a quello che stavamo vivendo. E questo certo non risolve, ma aumenta la nostra capacità di capire le cose che ci accadono.

È per questo che voglio mettere in circolo i libri, vederne nascere di nuovi e usare quelli vecchi, perché credo che, soprattutto i grandi classici, siano pieni di dritte, informazioni pratiche, consigli e spunti utili per tutti. Per chi vuole scrivere un romanzo, ma anche per chi ogni giorno ha bisogno di nuove parole per comunicare quello che fa, nuove storie per attirare l’attenzione dei suoi interlocutori e, non ultimo, per chi vuole semplicemente distrarsi, intrattenersi.

CULTURA

Per l'Editoria

Editoria

Presentazioni di libri

Nell’acquisto di un libro è spesso l’emozione a guidare. Presentare un libro è per me, innanzitutto, attivare in chi mi ascolta la stessa emozione che ho provato io leggendolo. Secondo il concetto di “mood congruity effect” prestiamo più attenzione a quegli stimoli che parlano al nostro stato emotivo.

Editoria

Consulenza editoriale

Antologie, progetti a più firme, messa a punto di nuove collane editoriali. La mia presenza nella “filiera” si è caratterizzata per lo più per questo genere di contributi. L’esperienza redazionale mi ha insegnato a lavorare con gli altri, coordinare idee e gestire tempistiche e gruppi di lavoro.

Editoria

Smart-coaching editoriale

Ascoltare chi ha un “lavoro in corso” o anche solo in mente è una delle esperienze più gratificanti che mi siano mai capitate. Chi scrive, abita nella storia che immagina, ma spesso non sa se si sta muovendo in 30 o in 300 metri quadri. Aiutarlo a trovare la giusta “cubatura” è il mio obiettivo.

CULTURA

Per la Scuola

Incontri di Lettura Creativa di Classici della Letteratura per la scuola secondaria

Il destino peggiore che possa accadere a un romanzo è essere assegnato come compito. Leggere i classici dovrebbe essere un piacere, e dovrebbe essere “figo” discuterne e litigare. Farli entrare nella vita degli studenti da una porta secondaria, “spettinarli” per renderli vivi e utili è necessario, se vogliamo che non perdano la capacità di attivare un tipo di lettura diversa da quella inventata dai social media. Non si “scrolla” un capitolo di un romanzo e non ci sono hashtag che ci avvisano di cosa vuole parlarci l’autore, ma una volta “resettato” il cognitivo si scoprono immagini che Instagram non riuscirà mai a battere.

CULTURA

Per l'Azienda

Humanistic workshop

Cercare nei classici della letteratura risposte a domande contemporanee è più semplice e utile di quanto si possa credere. Se oggi nel mondo della comunicazione si parla di H2H forse vuole dire che i tempi sono maturi per portare nelle aziende un po’ di cultura umanistica.
Leadership, scelta, cambiamento, diversity sono tematiche che attraversano molti grandi romanzi, perché alla fine chi è il capitano Achab se non un leader che ha perso la giusta visione della realtà?

Incontri, on/offline, webinar e pillole-video vengono dedicati a temi specifici condivisi con i responsabili HR dell’azienda.

SCRITTURA

Per Tutte e Tutti

Scrittura

Corsi di scrittura creativa

Da due anni sono stata coinvolta dall’autrice e poetessa Elena Mearini nei suoi corsi di scrittura creativa. Insieme abbiamo messo a punto workshop che, attingendo all’immenso patrimonio dei classici del romanzo, illustrano tecniche e consigli di scrittura efficaci.

I corsi Lezioni Minime di Scrittura Creativa e Autofiction sono nati in presenza presso la sede milanese di Labò, associazione culturale fondata dall’editore Mauro Morellini di cui sono vicepresidente, ma si sono poi spostati sul web via Skype e a breve saranno disponibili in formato video.